Bilancio 2012, fioretti 2013: i tuoi?

Posted on January 4, 2013 by

0


Cheers


Chiuso un anno se ne apre un altro: tempo di bilanci e di fioretti, anche per le cose di lavoro.

L’idea semplice di questo blog è provare a stimolare il pensiero su ciò che facciamo al lavoro, perché ogni giorno in cui non riflettiamo su quel che facciamo è un giorno di lavoro come “fatica”.

Non amo i post ecumenici, che parlano e pensano di parlare per tutti. Perciò cerco il vostro aiuto, domandando: sapreste abbozzare un bilancio dell’anno passato e uno sguardo sul futuro? Certo è più facile dire “è stato tutto così frenetico che…”.

Proviamo a sforzarci in questo esercizio: cosa ho imparato, cosa ho accantonato? Cosa mi ha soddisfatto, cosa frustrato? Cosa mi ha dato nuova energia, e cosa disilluso nel 2012 lavorativo? Ecco un bilancio.

In cosa sono stato (riconosciuto) forte e in cosa dovrò migliorare per essere efficiente nel mio ruolo e nella mia organizzazione? O forse è meglio fare un passo indietro, un esercizio più semplice: cosa significa, nel mio lavoro, essere efficiente? Quali aggiustamenti, strategie, relazioni dovrò attivare nel 2013 per esserlo di più? Ecco i fioretti.

Potrebbe risultare un esercizio convenzionale, perché in azienda se ne parla eccome, di efficienza; oppure una riflessione forte, se spinta più in là delle parole d’ordine, verso i bisogni reali nostri e di chi del nostro lavoro prova il valore.

Questa riflessione si fa avvincente se proposta a uno studente che si approccia al mondo del lavoro; urgente, drammatica, a chi il lavoro lo cerca o lo ha perso. Percorsi eterogenei, ma la riflessione resta comune: come fare un buon lavoro?

Un beneaugurante Paolo

Posted in: Cos'è lavoro?